Microsoft Office, Apache OpenOffice o LibreOffice?! A te la scelta!

versus-300x34

 

I termini “Word” ed “Excel” ormai sono entrati da tempo nella nostra vita di tutti i giorni. Sembrano insostituibili, chi non deve scrivere un documento con Word o creare un tabella con excel al lavoro? Eppure Microsoft non ha il monopolio di questo tipo di applicativi. C’è almeno un altro grande concorrente: OpenOffice con il suo Writer e Calc. In questi ultimi mesi inoltre, un’altra suite sta dando filo da torcere agli altri due: LibreOffice.

Perché mettere in dubbio la conoscenza di anni di lavoro con Word, di centinaia di ore spese per costruire grafici e tabelle pivot con Excel? La risposta è una sola: OpenOffice e LibreOffice sono gratuiti.

writerL’utilizzo di Writer, che ci permette di creare dei documenti, non fa rimpiangere assolutamente Word. Pur cambiando le icone, i menu risultano abbastanza simili a Word, basta dare un’occhiata al menu dei comandi posto in alto.

Le funzioni principali sono: l’opzione stili e formattazione, il completamento automatico, la gestione di tabelle, le cornici di testo e l’inserimento di collegamenti ipertestuali. Inoltre, c’è un apposito pulsante che permette di creare il nostro documento direttamente in formato pdf.

Un altro piccolo trucco che farà la gioia di tanti: con Impress inoltre è possibile aprire un file pdf, modificarlo e risalvarlo in pdf. Tra le varie versioni di OpenOffice ne esiste anche una “portable”, non sarà quindi necessario effettuare l’installazione sul PC ma potrà essere semplicemente copiato su una chiavetta USB.

OpenOffice è liberamente, gratuitamente e legalmente utilizzabile in ogni contesto: pubblico, privato, professionale e aziendale.

Per scaricare la suite completa: http://www.openoffice.org/it/

Per scaricare la suite “portable”: http://portableapps.com/apps/office/openoffice_portable

Per scaricare la suite di LibreOffice: https://it.libreoffice.org/download/

Questa voce è stata pubblicata in Microsoft Office, Open Source e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *